La ricetta di Ort-Attack: orto, arte, innovazione.

Ort-Attack

L’orto è il contesto più stimolante per far emergere le passioni e lavorare in gruppo. E su questo è difficile trovare qualcuno che la pensi in modo diverso.

Per fortuna in un mondo globalizzato e connesso, oramai sappiamo cosa è Arduino, magari non l’abbiamo mai usato né visto ma sappiamo che sarebbe facile e che basta googlare in rete per saperne di più.

Bologna è una città ispirata dove succedono cose. Le Serre dei Giardini Margherita sono il cuore della città.

La ricetta di Ort-Attack:

Prendi un orto nel centro di Bologna come contenitore e procurati i seguenti ingredienti:

– ragazzi intelligenti e creativi (doppia dose) > ISART Liceo Artistico Arcangeli e l’Istituto Aldini Valeriani Sirani

– professionisti creativi, disponibili e simpatici (una dose abbondante) > Laprimastanza

– docenti e insegnati con competenze digitali e ambientali (ne bastano due) di Informatica Tecnica e Discipline Pittoriche

– startupper innovativi che assicurano intraprendenza e competenza di Kilowatt e Archilabò

Hai bisogno inoltre della primavera, di zappa e rastrello e dei social networks.

Mescola tutto ed ottieni un modello educativo nuovo, digitale e partecipato incentrato sulla realizzazione di due progetti permanenti legati al “contenitore-orto”: un impianto di irrigazione: sostenibile, creativo, con tecnologie open source e funzionale alle colture presenti; delle installazioni artistiche permanenti.

Per realizzare interamente questa ricetta occorrono 2190€.

ORT-ATTACK from kilowatt on Vimeo.

Ort-Attack è già fruibile dai cittadini bolognesi, dai turisti e da tutti i curiosi e appassionati di community garden e di orticoltura urbana anche solo di passaggio in città. Si trova all’interno dei Giardini Margherita, nel cuore della città storica. E’ un luogo verde speciale dove si sta reinventando il valore della condivisione e della partecipazione, ricco di innovazione. E’ possibile trascorrere del tempo da dedicare al proprio benessere a contatto con la natura godendo di buona compagnia insieme alle altre realtà che gravitano intorno all’orto: i coworker di Kilowatt, la startup Archilabò, un ristorante, una zona concerti ed eventi culturali e tanto altro.

I ragazzi, quelli intelligenti e creativi primo ingrediente della ricetta, stanno attingendo le energie dalla rete. Utilizzano tutti i canali di comunicazione web e social con creatività, mettendoci la faccia. Per finanziare il progetto è attiva la piattaforma di crowdfounding alla quale tutti possiamo accedere per contribuire: School Raising

I contatti di Ort-Attack: https://www.facebook.com/ortAttack/

 

Lascia un commento